I disegni di Alessandro Faustinelli: ritratti di una passione

Oggi vi parliamo di Alessandro, un giovane fan di Rihanna che alla passione per la musica ha affiancato quella per l’arte e per il disegno. Attivo su Instagram sotto il nome di @Fau_Navy, Ale ci ha colpito per la sua bravura nel disegnare Rihanna: i suoi disegni sono vere e proprie opere d’arte.

Abbiamo quindi deciso di contattarlo e chiedergli di inviarci i suoi disegni per creare quest’articolo e far conoscere i suoi lavori ai fans di Rihanna (e perchè no, anche a Rihanna stessa). Insieme ai suoi disegni gli abbiamo chiesto di scriverci due righe di presentazione, per conoscere meglio questo giovane talento.


Se dovessi proprio presentarmi ad uno sconosciuto penso che partirei con la classica presentazione da alcolista anonimo che si descrive come leggendo la carta d’identità.

In poche parole, preferisco non presentarmi: ”Ciao, sono Fau, Alessandro Faustinelli, conosciamoci.”
Amo il fatto che le persone possano conoscersi solo frequentandosi o parlando insieme, scoprendosi mano a mano, come tutte le cose. In tal senso preferisco che siano gli altri a definire ”cosa sono”. Su questa linea ho sempre considerato essenziale precisare che non mi considero minimamente un artista. Non lo sono. Sono un disegnatore. Ed è ben diverso! Amo veramente quando le persone mi scrivono chiamandomi artista o ornandomi di appellativi positivi, ma non mi considero, ripeto, un artista.
Sono un semplice ragazzo che ama mettere su un figlio ciò che ha per lui importanza: Rihanna.
Ho realizzato ormai più di 50 disegni che la ritraggono. A partire da ritratti semplici, fino ad arrivare a più elaborati con dettagli e difficili sfumature.

Fau_Navy
Cos’è per me Rihanna? Un’opera d’arte creata da se stessa. Dal punto di vista stilistico, della moda, ed estetico è stupefacente: in ogni sua possibile foto sembra un soggetto messo in posa o ritratto in un quadro storico del barocco. Per capirci: è un piacere osservarla.
E no, non mi attrae solo ”fisicamente”. Il mio nome ”d’arte” non è ”fau_navy” per niente: ormai seguo la sua musica, le sue vicende da quasi sette anni. E non mi ha mai stancato. Un’icona come può stancare? E’ un modello che non mi ha mai deluso, sia dal punto di vista musicale che stilistico.
Ecco: è l’opera d’arte vivente più stilosa del mondo.
E questo mi piace mettere nei disegni che faccio: l’istante della fotografia, talvolta completandola con qualcosa in più, con qualche dettaglio che può imprimere in modo più permanente un’emozione su un foglio. Parlo dei colori che talvolta cambio, degli ”effetti” come un finto acquerello, delle crepe aggiunte, dell’acqua, degli uccelli e tanto altro.
In ogni caso Robyn rimane il soggetto principale della mia produzione.
Quando mi chiedono ”perchè sempre lei?” dico ”perchè non lei?”. E’ un soggetto completo, perfetto in tutto e per tutto.

ae
Parlando di me e della mia ”formazione”, confermo che non ho mai avuto una formazione artistica vera e propria. L’ultima lezione di arte figurativa ricevuta è stata cinque anni or sono, durante la scuola media, e a quel tempo mai mi sarei immaginato che così tante persone avrebbero visto i miei disegni da tutto il mondo. Con questo voglio dire che mi son formato da solo. Il mio poco apprendimento tecnico-artistico è derivato tutto da un’esperienza personale e tante ore di lavoro.
Forse il ”sangue artista” di famiglia (nonna pittrice e zio scultore e pittore) ha aiutato, ma voglio affermare con certezza che chiunque può imparare.

ac
Spesso sento dire ”non riuscirò mai a disegnare come te”, o altri falsi ”saggi aforismi” di tal genere. E a tal proposito voglio sempre far notare che anche io son partito dal nulla, come tutti. Si guardi il mio primo disegno di Rihanna, fatto in seconda media copiato dal giornale di classe che ritraeva la pubblicità del LOUD TOUR di torino e milano: se Riri lo vedesse, penso rimpiangerebbe il fatto di avere dei fans simili.


Fau_Navy
Se dovessi parlare di come sono io direi che sono una persona perseverante, che se si pone un obbiettivo lo deve raggiungere, e UNAPOLOGETIC, impenitente (la signora Fenty è un modello non a caso), ed entrambe le cose si possono ritrovare nei miei disegni. La prima nei dettagli: QUANTE ORE passate su particolari che nemmeno si notano nelle foto! Il fatto di essere impenitente si ritrova nei tentativi talvolta falliti. ”non pentirti di quello che fai e che non fai, fallo e basta.” Provare sempre, sempre me lo ridico: anche se non potrai cancellare il tuo errore sul foglio. E spesso ho buttato disegni per questo, ma non me ne pento affatto: alla fine tutte le prove e i tentativi falliti sono serviti e hanno fatto solo che bene all’apprendimento di qualche tecnica in più.

ab
Cose forse strane su di me sono il fatto che quando un disegno mi entusiasma disegno inginocchiato in terra, pur avendo il foglio sulla scrivania, e talvolta da in piedi; molte volte inizio un disegno e non lo finisco, quelli di Rihanna compresi; la musica che mi ispira nei disegni passa dalla Quinta Sinfonia di Beethoven, a BBHMM o AC/DC e subito dopo la Regina della Notte e Whitney Huston.

af

Concludo dicendo che pur facendo un liceo classico in cui educazione artistica non esiste, pur avendo solo 18 anni, disegnare Rihanna è una gioia per me ascoltando la sua musica. E tutte quelle persone che insultano altri artisti alle prime armi che sbagliano, non son consapevoli nemmeno della propria ignoranza, perchè una persona che crede in quello che disegna, potrà superare chiunque, me specialmente. E proprio per questo bisogna credere, se ci si tiene, nell’arte: a me a fatto conoscere una seconda famiglia di RihannaNavy.

Ti potrebbero anche interessare

Un commento

  • Sara 22 Ottobre 2015   Risposta →

    Questo ragazzo è davvero un artista unico e i suoi disegni sono stupefacenti. E la cosa bella è che è Rihanna ad essere la sua musa ispiratrice!! Complimenti 😁

Lascia un commento